Catone: "Intesa Popolare portavoce di valori concreti"

28 Gennaio 2013   15:07  

Presentazione dei candidati per Camera e Senato di Intesa Popolare questa mattina nella sede di via Galileo Galilei a Pescara. Introdotte dal segretario nazionale Giampiero Catone, sono state presentate ufficialmente le candidature alla Camera di Bruno Di Paolo e di Lorenzo Valloreia, e di Benigno D'Orazio al Senato.

In apertura, Catone ha preso la parola per esporre brevemente il programma e gli obiettivi del partito: "Ad oggi, Intesa Popolare é l'unica formazione politica che può dirsi autentica portavoce della collettività e dei suoi problemi più concreti, con un occhio di riguardo particolare per le classi più svantaggiate. Una formazione al servizio dei cittadini, che intende adattare la propria linea alle esigenze del territorio in cui risiedono gli elettori, e che per perseguire tale obiettivo punta su valori quali la partecipazione attiva di tutti i suoi militanti alle attività di partito".

Bruno di Paolo, ex vice sindaco di Chieti e segretario di Giustizia Sociale, ha così motivato la propria scelta di correre per la Camera con il partito di Catone: " Ho immediatamente accettato la proposta di Intesa Popolare perché i valori e gli obiettivi di cui si fa portavoce sono concordi con quelli di Giustizia Sociale. E' intenzione mia e degli altri candidati proporre una nuova alternativa a tutti gli italiani, nello specifico abruzzesi, che sono stanchi dei soliti partiti e dei soliti politici. Pur essendo parte della coalizione di centrodestra, puntiamo a distinguere marcatamente le nostre strategie da quelle del PdL. Ci proponiamo, per essere precisi, come componente cattolica del centrodestra, punto di riferimento per l'elettorato di radici democristiane".

Anche Benigno D'Orazio, ex consigliere regionale de La Destra, ha rimarcato "il profondo radicamento sul territorio ed il rapporto diretto con l'elettorato abruzzese e di altre regioni che vogliono essere i tratti distintivi di Intesa Popolare", passando poi ad elencarne in maniera più dettagliata il programma elettorale: "I nostri principali obiettivi saranno sostanzialmente cinque: la crescita occupazionale nella regione tramite aiuti a piccole e medie imprese, la piena valorizzazione di L'Aquila capoluogo, la creazione dell'area metropolitana di Pescara, l'incentivazione dell'Abruzzo quale regione verde d'Europa ed il miglioramento delle infrastrutture e dei collegamenti tra l'Abruzzo e le regioni limitrofe, in particolare col miglioramento dellla linea ferroviaria Pescara Roma".

In conclusione della conferenza, i candidati hanno simbolicamente voluto firmare una sorta di "patto con gli abruzzesi".

Lorenzo Ciccarelli


Oroscopo del Giorno powered by oroscopoore