Il cantiere di San Bernardino apre le porte ai cittadini, Eccellenze locali del Parco Sirente Velino

giovedì 12 gennaio 2012, 08:00
VIDEO PER TELEFONINI
Per visualizzare il video
è necessario Macromedia Flash Player
per istallarlo clicca qui

IN QUESTO NUMERO DEL MAGAZINE99:

 

- L'Aquila: il cantiere del soffitto ligneo di San Bernardino apre ai cittadini

E' un'esperienza unica salire verso la sommità della Basilica di San Bernardino dell'Aquila, per guardare da vicino lo splendido soffitto ligneo attualmente in fase di restauro ed è ciò che la Fondazione Carispaq ha deciso di offrire ad aquilani e turisti. L'opera di Ferdinando Mosca da Pescocostanzo sembrava essere stata danneggiata solo in piccola parte dal sisma del 2009, di fatto invece ad uno sguardo più ravvicinato i restauratori hanno scoperto la presenza di danni più gravi. Quell'opera e il suo attuale restauro saranno ora visitabili il 23, il 27 il 30 e il 31 dicembre il 2 e l'8 gennaio, su prenotazione telefonando al numero  3923146132

Un'occasione da non perdere quella della visita al cantiere che mostra l'attività sinergica di tutti gli attori coinvolti: il Provveditorato alle opere pubbliche, la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici dell'Abruzzo e la Soprintendenza ai beni storici, artistici e etnoantropologici. A lavorare al soffitto ligneo tante maestranze giovani, tra architetti e restauratori.

Per il ripristino dell'intera Basilica è già stato emanato il bando, e da quando potranno partire i lavori, l'intero restauro necessiterà di circa due anni e mezzo e di non mendo di 25 milioni di euro.

Nell'intervista:

Roberto Marotta, Presidente Fondazione Carispaq

Lucia Arbace, Soprintendente BSAE Abruzzo

Luca Maggi, Sopraintendente BAP Abruzzo

Giancarlo Santariga, Provveditorato alle Opere Pubbliche L'Aquila

Fabrizio Magani, Dir. Reg. per i Beni culturali e paesaggistici d'Abruzzo

 

 

- Il Sirente Velino cambia il passo e prepara il piano del parco

  E a Rocca di Mezzo torna la mostra mercato dei prodotti locali

A vent'anni dalla legge istitutiva sulle aree naturali protette si contano sulle dita di una mano i parchi che hanno elaborato il piano per la gestione e lo sviluppo del proprio territorio. Le gestioni sono state caratterizzate dalla mera applicazione delle norme di salvaguardia.

Oggi, si assiste ad una lenta inversione di tendenza. È il caso del Parco regionale Sirente Velino, che uscito da un lungo periodo di commissariamento, con il nuovo presidente della comunità si appresta a cambiare il passo, e a presentare il piano del parco, e pungola la Regione a recepirlo nel più breve tempo possibile.

L'assessore Giuliante, dal canto suo, assicura che la Regione farà la sua parte, ottimizzando tutti i passaggi burocratici necessari a rendere esecutivo lo strumento gestionale.

Del turismo sostenibile e del valore economico del Parco si è discusso oggi a Rocca di Mezzo, dove il Sirente Velino ha organizzato, per l'ottavo anno, la mostra mercato dei prodotti tipici e dell'artigianato. Una trentina gli espositori che vi hanno partecipato, tutti produttori locali e artigiani del comprensorio.

Nelle interviste:

Sandro Ciacchi, Presidente Comunità del Parco

Gianfranco Giuliante, Assessore Regionale Parchi

Oremo Di Nino, Direttore Parco Sirente Velino

Marina Corona, "Artigianarte"

Stefania Paolelli, Bottega "Api operose"

Lucio Santilli, Azienda Agricola "Santilli Sergio"

Lucia Valente, Parco Sirente Velino


Ultima scossa:
  • Zona: Velino-Sirente
  • data: 2014/08/17
  • ora: 08:24:14
  • Magnitudo: 2.3
  • lat: 42.3922
  • lon: 13.1372
  • prof: 9.2 Km.
Dettaglio »
Iscriviti alla newsletter