Marola (Prc): «Del Corvo non ha senso istituzioni si dimette per ambizioni personali»

Riceviamo e pubblichiamo

29 Dicembre 2012   11:33  

Le dimissioni di Del Corvo giungono improvvise, annunciate da una scarna lettera in cui sostanzialmente viene annunciata la sua candidatura al parlamento.

Dunque il Presidente non si dimette per l'inchiesta sugli appalti per la messa in sicurezza delle scuole e la degradante vicenda Specchio, ex direttore generale di area Piccone la cui nomina è stata responsabilità diretta del Presidente; non si dimette per la sua totale assenza sulle problematiche della ricostruzione; non si dimette perché ha dato dimostrazione di pessima gestione, per quel poco che ha operato.

Per nessuno di questi motivi, si dimette perché aspira ad un seggio da parlamentare. Dimettersi per mere ambizioni personali è una pessima prova di senso delle istituzioni da parte del Presidente della Provincia.

Dalla lettera però emerge una convinzione forte su questa scelta: per questo ci auguriamo coerenza, se non dovesse trovare posto nelle liste del PDL siamo sicuri che Del Corvo manterrà le sue dimissioni così come serietà richiederebbe, senza revocarle entro i 20 giorni.

 

Francesco Marola - segretario provinciale PRC


Oroscopo del Giorno powered by oroscopoore