Ospedale, il Riesame annulla la sospensione per Tenaglia

26 Luglio 2013   10:53  

Potrebbe tornare presto a riesercitare la carica di direttore del reparto di Urologia dell'Ospedale di Chieti il professor Raffaele Tenaglia, sospeso dall'attività dallo scorso febbraio in seguito ad un provvedimento cautelare chiesto dal magistrato Andrea Dell’Orso, e firmato dal giudice per le indagini preliminari Paolo Di Geronimo, dopo un'indagine condotta dai Nas.

Il 63enne urologo é accusato di concussione e peculato, poiché secondo gli inquirenti avrebbe incassato interamente le parcelle delle visite intramoenia effettuate in orario di servizio, emettendo poi fatture di importo maggiore rispetto a quello effettivamente percepito.

Nei suoi confronti é già arrivata la richiesta di rinvio a giudizio (ancora da fissare l'udienza preliminare), tuttavia nel frattempo il Tribunale del Riesame ha provveduto ad annullare la misura sospensiva, cui ha fatto seguito la richiesta alla Asl di Chieti da parte dello stesso Tenaglia di essere riammesso all'esercizio dell'attività.

La vicenda é ulteriormente complicata dal fatto che l'urologo figura come dipendente dell'Univesità "D'Annunzio", ed in quanto tale può vantare un rapporto di convenzione con l'Asl teatina. Ne consegue che la decisione finale sull'eventuale riammissione in servizio di Tenaglia spetterà congiuntamente all'ateneo ed all'azienda sanitaria, decisione che dovrebbe arrivare già nei prossimi giorni.

 


Oroscopo del Giorno powered by oroscopoore