Valanga Gran Sasso, il racconto dell'agente intervenuto

29 Gennaio 2014   09:39  

La chiamata al 113 è arrivata verso le ore 13.25, dopo aver preso l’attrezzatura per intervento su valanga (ARTVA, pala, sonda e altro materiale) e chiamato oltre all’elisoccorso le squadre di rinforzo delle altre forze di polizia, dopo cinque minuti ero già sul posto unitamente all’Agente della Polizia Municipale Andrea Antonetti” - racconta l’Assistente Capo Alberto Giuliani, ieri in servizio di vigilanza e soccorso sulle piste da sci a Campo Imperatore, dove la Polizia di Stato è presente con un presidio dal 7 dicembre scorso.

Appena giunto sul luogo dell’incidente, ho visto il fratello dello snowboarder investito dalla slavina che, messosi in salvo, aveva iniziato a scavare nel punto segnalato dall’ARTVA, riuscendo a liberare il viso di Mario. Ho iniziato a scavare anche io per recuperare tutto il corpo, che era già in stato di ipotermia e non dava segni vitali. Si sono portati sul posto subito dopo l’elicottero con a bordo il medico del 118 e del soccorso alpino, e con il cinofilo della Guardia di Finanza con il cane da ricerca. I sanitari hanno applicato il defibrillatore per cercare di rianimare il ragazzo e poi lo hanno trasportato presso l’ospedale di Teramo, dove sono proseguite le manovre salva-vita”.

 I ragazzi percorrevano un fuoripista, ed in condizioni molto rischiose della neve come quelle di ieri, che dopo la nevicata di lunedì ed il rialzo delle temperature, era fortemente soggetta a pericolo di slavine. Fortunatamente gli sciatori avevano con sé un apparecchio per la ricerca delle persone investite dalle valanghe, che ha consentito di individuare rapidamente il ragazzo.”

 Le ordinanze dello scorso anno del Sindaco di L’Aquila vietano di percorrere i fuoripista su tutto il territorio montano del Comune in presenza di pericolo 3 del bollettino Meteomont (pericolo marcato) ed entro le 72 ore dall’ultima nevicata; in ogni caso è importante attrezzarsi con degli apparati che permettano la geolocalizzazione in caso di necessità”.

 Continua nei tre comprensori di Roccaraso-Aremogna, Rivisondoli-Monte Pratello, Campo Imperatore-Gran Sasso la distribuzione insieme agli skypass del decalogo realizzato dalla Questura di L’Aquila, con la collaborazione dei gestori degli impianti, per richiamare l’attenzione degli sciatori sulle regole da rispettare per non correre rischi sulla neve.    

   


Valanga Gran Sasso, Mario Celli non ce l'ha fatta

L'Aquila - Non ce l'ha fatta Mario Celli. Il ginecologo di 32 anni dell'Aquila travolto l'altro ieri da una...

pubblicato il 30/01/2014 15:29
Valanga Gran Sasso, Mario Celli tenuto in vita da macchinari

L'Aquila - Dall'ospedale di Teramo si aprende che Mario Celli, durante il periodo di osservazione, ha avuto...

pubblicato il 29/01/2014 13:47
Tragedia sul Gran Sasso, aquilano clinicamente morto

L'Aquila - Encefalogramma piatto. E' sopraggiunta nella notte la morte cerebrale per Mario Celli, il medico...

pubblicato il 29/01/2014 10:38
Valanga Gran Sasso, Paolo Celli sta bene, speranze per il fratello Mario

L'Aquila - Nel primo pomeriggio di ieri, nella zona sciistica di Campo Imperatore, una valanga ha travolto...

pubblicato il 29/01/2014 06:45
Valanga Gran Sasso, cauto ottimismo per il ragazzo ferito gravemente

L'Aquila - Nonostante la pericolosità del fuoripista, soprattutto per l'abbondante neve fresca caduta ieri,...

pubblicato il 28/01/2014 19:03
Valanga Gran Sasso, fratelli travolti, M.C. in situazione disperata portato in elicottero a Teramo

L'Aquila - Sono stati recuperati entrambi i dispersi travolti da una valanga sul Gran Sasso qualche ora fa....

pubblicato il 28/01/2014 15:29
Tragedia sul Gran Sasso, una valanga travolge due fratelli

L'Aquila - Due fratelli aquilani, di cui uno già recuperato, l'altro è ancora sotto la massa di neve, sono...

pubblicato il 28/01/2014 14:55

Oroscopo del Giorno powered by oroscopoore