Casa dello studente, ammesse 56 parti civili

Respinta l'Università. Nuova udienza il 26 giugno

sabato 12 giugno 2010, 15:15
VIDEO PER TELEFONINI
Per visualizzare il video
è necessario Macromedia Flash Player
per istallarlo clicca qui

È stato il giorno delle parti civili nell'udienza per il crollo della Casa dello studente.
Cinquantotto in tutto quelle presentate, da un lato i familiari delle otto vittime e degli studenti che sono sopravvissuti, tutte accolte dal Gup Giuseppe Grieco, dall'altro Cittadinanzattiva e Codacons, ammesse a partecipare al processo, e Università dell'Aquila e associazione protezione animali e ambiente, Anpana, entrambe respinte.
Sul processo, che vede indagate 14 persone con l'accusa di omicidio colposo, disastro, e lesioni, pende l'istanza di trasferimento ad altro tribunale, sulla quale ancora non si esprime la Corte di Cassazione.
Udienza alla fine rinviata al 26 giugno per consentire la citazione delle responsabilità civili e consentire ai legali delle vittime, alla luce del dibattito di oggi, di ampliare le memorie.

Nelle interviste Giuseppe Corsaro, studente sopravvissuto, Carmela Tomassetti (studentessa della Casa andata via dopo le scosse che precedettero quella delle 3e32), Annamaria Cialente (madre di una vittima).

(MS)

Ultima scossa:
  • Zona: Bacino_di_Sulmona
  • data: 2015/05/29
  • ora: 22:32:12
  • Magnitudo: 2.3
  • lat: 41.8567
  • lon: 14.0917
  • prof: 8.2 Km.
Dettaglio »
Iscriviti alla newsletter