Sara Tommasi nuda contro Grillo tatuato sulle sue natiche nude

Vietato ai minori di 18 anni!!!

lunedì 11 giugno 2012, 18:11

Sara, Grillo e il por-no.

Dopo che Sara al por-no non si era data per una vita, questi aguzzi apportatori di male sono riusciti a precipitarvela in un giorno: il giorno dopo aver girato questo video su Grillo. Video in cui, con sul petto l'ormai famoso fiore, fattole tatuare per l'occasione da noi, e che a quanto pare avrà anche nel film hard, e con la faccia di Grillo sui glutei ('faccia di banca'), parla della 'permuta', fatta da Grillo, della sua 'sacra' furia del 1998 contro il signoraggio in cambio del sostegno occulto che il potere bancario ha garantito al suo movimento 5 Stelle in Internet e nei media tramite la Casaleggio Associati. Por-no rivolto al disegno scellerato ma stupido di screditare la lotta al signoraggio, perché nel signoraggio e nella lotta che gli facciamo non c'è niente da screditare. Li si può solo occultare, e non ci stanno riuscendo.

Annunziamo poi già da ora, a breve, un successivo video di cui sarà probabilmente di nuovo interprete la 'peccatrice' Sara, forse 'ornata' di un serpente simbolico non sappiamo se vivo o tatuato (non sappiamo nulla di come Gino lo realizzerà).
Un video volto a dimostrare che se certe forme dell'abiezione sono effettivamente più riprovevoli per chi, come Sara, Ilenya, Grillo o altri, le interpreta, spesso sono invece le forme più 'sobrie' di questa abiezione ad essere più perniciose per chi le subisce.
Questo per l'ovvio motivo che, quando un modello culturale è errato, interpretarlo al meglio può solo significare essere migliori nell'essere peggiori.
Un video in sostanza volto a dimostrare, vedremo poi attraverso quali strumenti narrativi o scenici, la trasversalità dell'abiezione alla normalità.
Una cultura dell'abiezione espressa cioè in una miriade di formule diverse, variamente attive, passive, o magari solo difensive, subite, o esercitate proprio malgrado, ma tuttavia ineludibili, salvo che non si sia dei veri dissidenti, perché frutto di quel tremendo miscuglio tra visioni consumistiche e dogmatismo monoteistico che altrettanto ineludibilmente costituisce oggi il modo di concepire la realtà di ogni cittadino del regime.

(Ufficio Stampa PAS-FermiamoLeBanche)

i vostri commenti
Andrea mercoledì 18 luglio 2012, 12:09

Che tristezza...Sara sei ancora in tempo per cambiare! Ti consiglio un viaggio a Me?ugorje. Senza tanti clamori ...vai da sola ...li scoprirai il vero senso della vita! CIAO

povera_italia mercoledì 20 giugno 2012, 01:06

Ma non ti rendi conto che la gente(i maschi) guardano il video solo perchè sei biotta e non capiscono manco quello che dici ? Fiato sprecato in questa italietta di maschi repressi e telecomandati.

zio mercoledì 20 giugno 2012, 01:03

io ti do solo atto che sei una zoccola e meretrice dei peggio poteri in Italia

jt giovedì 14 giugno 2012, 13:47

bela brava e intelligent e sopprattutto dice la verita purtropo

Ileana martedì 12 giugno 2012, 23:28

ci sono delle merde che si aprofittano di una povera cerebrolesa. in un paese civile le persone malate di mente vengono protette non sfruttate. state veramente esagerando, e quello che fate con questa persona non è che la prova di quanto possiate arrivare in basso

Gianluca martedì 12 giugno 2012, 10:42

Mai vista una cosa più ridicola ,non sò se è sia più zoccola o stupida.....

Carlo Tassi

Compass è una società poco seria in quanto non...

mercoledì 28 novembre 2012, 09:47
Stefano

Si doveva fare una provincia unica, come in...

giovedì 22 novembre 2012, 09:19
aldo

non vi meritano

mercoledì 21 novembre 2012, 11:56
Gaetano La Cioppa

La Provincia di Chieti "merita" e ha tutti i...

domenica 18 novembre 2012, 19:18
La strina

Meno male che il comunicato è del "Circolo...

giovedì 15 novembre 2012, 16:39
Imparziale

Ma perché in questo dannato paese tutti hanno...

giovedì 15 novembre 2012, 15:37
Ultima scossa:
  • Zona: Gran_Sasso
  • data: 2014/04/07
  • ora: 09:53:31
  • Magnitudo: 2
  • lat: 42.4668
  • lon: 13.3898
  • prof: 11 Km.
Dettaglio »
Iscriviti alla newsletter