Terremoti, l'istituzione Bendandiana conferma: "Nessuna previsione di un sisma a Roma"

venerdì 25 marzo 2011, 08:00
Terremoti, l'istituzione Bendandiana conferma: "Nessuna previsione di un sisma a Roma"
Al telefono Paola Lagorio Presidente La Bendandiana
CLICCA QUI PER ASCOLTARE L'AUDIO
Per visualizzare il player
necessario Macromedia Flash Player
per istallarlo clicca qui

"Posso affermare con assoluta certezza che nelle carte di Raffaele Bendandi non c'è la previsione di un sisma a Roma l'11 maggio 2011. Non c'è la data, non c'è il luogo". Lo ribadisce Paola Lagorio, presidente dell'Istituzione "La Bendandiana" con sede a Faenza, nella terza parte della intervista ad Abruzzo24ore.tv.

Ci tiene la Lagorio a dire con chiarezza che quella della previsione di un terremoto a Roma l'11 maggio 2011 è una diceria, una bufala nata non si capisce come "da presidente dell'Istituzione ho fatto di tutto per arrivare all'origine di questa 'voce' ma non ci sono riuscita. A Roma si sta diffondendo il panico, ci chiamano in continuazione cittadini romani per capire, per sapere".

"I documenti comprovano ciò che dico. L'aspetto triste - continua la presidente della Bendandiana - è che la figura di Bendandi si sia diffusa solo per questa falsa previsione". Il rischio è lo svilimento, secondo Paola Lagorio, di studi, quelli dell'artigiano che prevedeva i terremoti, che invece possono insegnare e meritano il gusto approfondimento, quello che cercano di effettuare i collaboratori di Paola Lagorio.

"Certo nessuno può escludere la potenzialità di terremoti, neanche in quel periodo del 2011, ma Bendandi non ha mai previsto nulla a Roma". E' perentoria Paola Lagorio, che sottolinea come si sia verificato una sorta di fenomeno di 'sciacallaggio' sulla previsione. "Circola dovunque, su siti, blog, dovunque in internet e molti se ne appropriano" tentando di dare autorevolezza ad una notizia che di fatto non c'è.

Nei fogli di Raffaele Bendandi ci sono delle date relative agli anni che vanno dal 1996 al 2013 "di queste ci stiamo occupando, le stiamo studiando con i collaboratori". La Bendandiana ha una rete di una ventina di collaboratori, in tutta Italia, anche tra ricercatori dell'Ingv e del Cnr.

Paola Lagorio è giustamente cauta: "se ci saranno notizie rilevanti dai nostri studi sulle previsioni di Bendandi le diffonderemo, per ora non c'è nessuna previsione".

Solo due sono definite: 2521 e 2761 (nella foto il disegno di Bendandi), ma non ci sono luoghi definiti. Le previsioni relative a questi due anni sono legate al fatto che si verificheranno delle situazioni planetarie corrispondenti a quelle avutesi in due momenti storici cruciali, la scomparsa di Atlantide e il Diluvio Universale.

Oggi il lavoro di tutti i ricercatori de La Bendandiana, studiano le previsioni di Bendandi nella speranza di un possibile previsione, circostanziata, di eventuale eventi sismici del futuro.

Si conclude qui l'intervista di Paola Lagorio, che a microfono spento, ci ha assicurato: "vi terrò informati di qualsiasi notizia scientificamente fondata".

Barbara Bologna

i vostri commenti
Giulia lunedì 02 aprile 2012, 14:03

la scomparsa di Atlantide e il Diluvio universale momenti STORICI cruciali? non si sa nemmeno se siano davvero accaduti e già qualcuno conosce la data precisa di questi eventi?! I dati senza fonte o note sull'autore di queste informazioni sono inutili.

Iscriviti alla newsletter