Massimo Cialente rivela la lettera a Napolitano

13 Gennaio 2014   16:02  

Egregio Signor Presidente,

Ecc. mo Signor Presidente della Repubblica GIORGIO NAPOLITANO

Lo scorso anno mi permisi di scriverLe affinché, attraverso un Suo alto intervento, intercedesse perché non venisse trasferito il Dott. Fabrizio Magani, Direttore Regionale MIBAC in Abruzzo ad altra sede. In quell'appello Le spiegavo del ruolo insostituibile e delicatissimo che il Dott. Magani stava e sta esercitando nel difficilissimo compito di ricostruire uno dei più grandi patrimoni storici e monumentali d'Italia: L'Aquila.

Grazie al Suo intervento il Dott. Magani ha continuato il suo prezioso lavoro, reso ancora più gravoso dal fatto che il Comune dell'Aquila ha deciso che gli interventi più importanti e complessi vengano affidati, da un lato alla Direzione Regionale del MIBAC, dall'altro al Provveditorato Interregionale delle Opere Pubbliche.

Ciò a riprova dell'interesse che la classe dirigente aquilana ha di raggiungere gli obiettivi con la massima efficienza, efficacia e trasparenza.

Signor Presidente, la ricostruzione dell'Aquila è una delle prove più pesanti, difficili e complesse poste dinanzi alle forze del Paese, che dovrebbero essere tutte coinvolte e consapevoli: Governo, Parlamento, articolazioni ministeriali, Enti ed Istituzioni locali. Di fronte alla più grande tragedia degli ultimi 100 anni, il Paese dovrebbe capire che, prioritariamente, solo la creazione di una squadra compatta, affiatata e collaudata può raggiungere l'obiettivo.

Alcuni mesi fa, a mio avviso inspiegabilmente, è stato rimosso il Provveditore alle Opere Pubbliche, Ing. Donato Carlea, oggi viene rimosso Fabrizio Magani.

Parlo di rimozioni perché, come Ella saprà, il Dott. Magani viene retrocesso a Vice Direttore Vicario per Pompei (anche con netta riduzione di stipendio). Il Ministro Bray si è giustificato affermando che ha bisogno di una persona di valore, rassicurandomi che all'Aquila verrà inviato un dirigente di pari capacità.

Non riesco a capire il motivo per il quale, a parità di capacità, debba andare via colui che sta coordinando alcuni dei più complessi interventi della storia del Paese degli ultimi decenni.

Penso alla Basilica di Santa Maria di Collemaggio, alla Fortezza Spagnola, alla sfida della ricostruzione di tante Chiese pressoché distrutte, al grande dibattito culturale sulla rivalutazione di vincoli paesaggistici. Il Dott. Magani è, in questo momento, l'interlocutore.

Cambiare in corso d'opera sarà un'ulteriore battuta d'arresto, eguale a quello che, per cause che voglio definire fisiologiche perché legate all'inspiegabile cambio dei vertici, stiamo drammaticamente pagando sugli appalti ed i lavori curati dal Provveditore alle Opere Pubbliche a partire dal Tribunale i cui tempi di ricostruzione si stanno dilatando in modo inaccettabile. Ho proposto che il Dott. Magani resti in Abruzzo e, tutt'al più, possa curare l'avvio della nuova struttura di Pompei, ma il Ministro Bray non ne vuole sapere. Mi permetto qualche valutazione politica che vuole essere anche una denuncia di come il Governo sta affrontando la situazione aquilana.

Qui a L'Aquila siamo convinti che il Dott. Magani venga rimosso in quanto ostacolo ad un disegno che si è tentato e si sta tentando di inserire come norma di Legge, che vedrebbe la Curia, la più grande immobiliarista della città, diventare soggetto attuatore per la ricostruzione di tutti i suoi edifici, compresi i luoghi di culto. Lei comprende che, anche al fine di evitare ennesime polemiche politiche che coinvolgano questa martoriata città, noi abbiamo proposto di colloquiare con la Curia, la Sovrintendenza e l'Ufficio Speciale per la Ricostruzione, bloccando una scelta che, spinta da tanti interessi, non sarebbe comprensibile.

Noi abbiamo fondati sospetti che la rimozione del Dott. Magani sia un tassello di un disegno, non considerato pienamente nelle conseguenze, che potrebbe comportare, addirittura, che i fo ndi per la ricostruzione privata delle case andranno a ricostruire le Chiese.

Chi lo spiegherebbe all'Italia?

Altra considerazione politica è ormai l'abbandono totale dell'Aquila da parte del Governo. Non vi sono soldi per la ricostruzione pubblica. Sono finiti e non si prevedono nuovi finanziamenti. Ricostruzione Pubblica vuoi dire case dell'edilizia residenziale pubblica, le case popolari non riparate da quasi 5 anni, vuoi dire scuole, vuoi dire uffici. E' tutto fermo. Non vi sono soldi per la ricostruzione privata che si bloccherà nei primi mesi del 2014. I 100 milioni che ottenemmo per il rilancio economico e produttivo sono fermi da oltre un anno per le lungaggini burocratiche e i cavilli dei dirigenti ministeriali. Il Ministro Trigilia che dovrebbe seguire le problematiche relative alla ricostruzione dei centri del cratere sismico è completamente assente. Signor Presidente, la città è allo stremo. Quest'anno Lei si è indignato per il mio gesto di rimuovere il tricolore. Se non lo avessi fatto non avrei ottenuto quel miliardo e duecento milioni per l'intero cratere, che ci ha permesso di andare avanti sino ad oggi. Ciò è quanto mi ha detto il Presidente del Consiglio Letta. Ma io lo sapevo! lo, noi, non sappiamo più come andare avanti in questa disperata situazione. Molti di noi, impegnati nell'amministrare questa città, vengono da una cultura politica che, del senso delle Istituzioni, dell'etica della Responsabilità e dell'impegno sociale per i risultati da conquistare, anche con sacrificio personale, hanno fatto una scelta di vita, una scelta etica. Ma proprio a Lei, che nei mesi scorsi, del sacrificio personale, in nome di questi valori, ha dato dimostrazione accettando la rielezione, rimettiamo una riflessione: questo impegno così gravoso che ci vede ormai così soli ed abbandonati a rappresentare le Istituzioni che a L'Aquila non ci sono più, ha ancora un senso o diventa un comportamento quasi omertoso?

Non sarebbe più giusto riconsegnare il nostro ruolo nelle mani del Prefetto e far venire per un anno qui lo Stato che forse così prenderà finalmente coscienza di cosa è, oggi, una città che non c'è più? Uno Stato che finalmente si renda conto della disperazione di questi italiani abbandonati e che affronti in prima persona le proprie responsabilità senza più il ruolo di "cuscinetti" che noi stiamo subendo. Signor Presidente, non è uno sfogo, è una riflessione politica che siamo oggi costretti a condurre e stiamo valutando. Siamo senza parole. Se l'Italia ha due emergenze, Pompei e L'Aquila, perché privilegiare Pompei a discapito dell'Aquila? Pompei è un nostro simbolo, ma i suoi abitanti sono calchi di lava! Qui ci sono, forse pochi, italiani in carne ed ossa che vorrebbero ritrovare la speranza. Con i più deferenti saluti, unitamente sincera e immutata, colgo l'occasione per Natalizie.


Inchiesta puntellamenti, rischiano il rinvio a giudizio gli ex assessori Riga, Tancredi e Placidi

L'Aquila - Si avvicina sempre più il momento dell'udienza preliminare per l'inchiesta della Procura...

pubblicato il 25/06/2014 10:38
Da inchieste anche incubo incolumità per cittadini

L'Aquila - A L'Aquila, a 5 anni dal devastante sisma, migliaia di cittadini continuano a vivere nelle 19 new...

pubblicato il 05/04/2014 10:32
Do ut des, Totani su difesa Menestò: "Abbiamo chiarito tutto, Menestò non ha manomesso nulla"

L'Aquila - L'ing. Menestò - tramite i propri legali Avv.ti David Zaganelli e Gian Luca Totani - all'esito...

pubblicato il 26/01/2014 07:39
Nicola Trifuoggi vicesindaco e assessore alla trasparenza. Cialente replica ad attacco di Riga

L'Aquila - Con decreto n.8 del 23 gennaio 2014, il Sindaco dell'Aquila Massimo Cialente ha nominato il Dott....

pubblicato il 24/01/2014 12:09
Video-editoriale di Antonello Caporale: “Il sindaco Cialente? L’onesto incompetente”

L'Aquila - Diceva Don Minzoni: “Che te ne fai delle tue mani pulite, se poi le tieni in tasca?”. Il sindaco...

pubblicato il 22/01/2014 18:46
Vittorio Sconci: "Trifuoggi in giunta getta ombre su tenuta istituzionale"

L'Aquila - Cialente ci ha fatto vivere un altro record:il giorno più brutto della Democrazia della nostra...

pubblicato il 22/01/2014 18:44
De Matteis: "Chiamato Trifuoggi perchè la giunta era un vero e proprio far-west"

L'Aquila - L’unica certezza che emerge dalla conferenza stampa di Cialente è che fino ad oggi al Comune...

pubblicato il 22/01/2014 18:13
L'IDV plaude alla nomina di Trifuoggi e rilancia la buona politica

L'Aquila - Il ritiro delle dimissioni del Sindaco, Massimo Cialente, e la nomina del nuovo Vice Sindaco,...

pubblicato il 22/01/2014 18:11
Il movimento 3e32 attacca Cialente e Benedetti "Non c'è futuro senza cambiamento"

L'Aquila - Oggi abbiamo assistito alla grande pantomima del ritorno di Massimo Cialente. Ha affermato che...

pubblicato il 22/01/2014 17:36
Cialente ritira le dimissioni, le parole del sindaco in diretta

L'Aquila - Il discorso del sindaco Massimo Cialente in diretta: Il 6 aprile 2009 una delle 20 città...

pubblicato il 22/01/2014 12:03
Dimissioni Cialente, Nicola Trifuoggi presente in conferenza

L'Aquila - Rimpasto di Giunta che si fa sempre più concreto mano mano che la conferenza stampa in cui il...

pubblicato il 22/01/2014 11:57
Inchiesta "Do ut des", gli indagati tornano liberi due giorni prima

L'Aquila - Sono tornati in libertà con 48 ore di anticipo i quattro indagati agli arresti domiciliari...

pubblicato il 22/01/2014 11:47
Giuliante distribuisce in anteprima il discorso di Cialente

L'Aquila - Sono roccambolescamente venuto in possesso del discorso che Cialente ha preparato per gli...

pubblicato il 22/01/2014 11:17
Cialente ritira le dimissioni è ufficiale, Trifuoggi in Giunta

L'Aquila - Tutti attendono le 12, "mezzogiorno di fuoco" in cui il sindaco dimissionario Massimo Cialente...

pubblicato il 22/01/2014 09:46
Dimissioni Cialente, De Matteis rompe il silenzio: "Volute dal PD"

L'Aquila - Giorgio De Matteis aspetta l'ultimo giorno utile per intervenire pubblicamente sulla querelle...

pubblicato il 21/01/2014 13:32
Tangenti l'Aquila inchiesta Do ut des, tornano in libertà gli indagati ai domiciliari

L'Aquila - Sono tornati in liberta' i quattro indagati finiti agli arresti domiciliari lo scorso 8 gennaio...

pubblicato il 21/01/2014 13:43
Cialente pronto a tornare, ma in molti chiedono una svolta politica e morale

L'Aquila - ''Abbiamo analizzato la situazione politica attuale, anche alla luce dei servizi giornalistici...

pubblicato il 21/01/2014 10:56
Do ut des, la riunione di maggioranza al Comune torna a chiedere revoca dimissioni Cialente

L'Aquila - Nel corso della riunione di maggioranza tenutasi stamani in Comune i gruppi di centro sinistra...

pubblicato il 20/01/2014 16:29
Carlo Benedetti: "Difendo Riga perchè sono un avvocato, di questo vivo, non di politica"

L'Aquila - Alza gli scudi il Presidente del Consiglio comunale Carlo Benedetti di professione avvocato dopo...

pubblicato il 20/01/2014 12:49
do ut des, Chiodi , "Basta fango su popolazione onesta"

L'Aquila - "Il tentativo portato avanti da piu' parti di infangare la citta' dell'Aquila e gli aquilani non...

pubblicato il 17/01/2014 17:21
Contro manifestazione di #dimettiamoli: ''Al voto, senza rinnovamento non c'è ricostruzione''

L'Aquila - A seguire il comunicato stampa a firma dei movimenti aderenti a #dimettiamoli che convoca per...

pubblicato il 16/01/2014 17:14
Do ut des, Tancredi davanti al gip. L'avvocato ''Questa non è la città del malaffare''

L'Aquila - "Neanche un centesimo e' stato sottratto alla ricostruzione, questa e' la cosa e'piu' importante...

pubblicato il 16/01/2014 15:49
Do ut des, terminati interrogatori arrestati

L'Aquila - "Neanche un centesimo e' stato sottratto alla ricostruzione, questa e' la cosa e'piu' importante...

pubblicato il 16/01/2014 14:07
Inchiesta Do ut Des: Placidi, Tancredi, Macera e Sibilia interrogati dal gip

L'Aquila - Sono iniziati stamane gli interrogatori dei quattro indagati finiti agli arrestati domiciliari...

pubblicato il 16/01/2014 11:45
Liris: ''Aquilani: disertate la manifestazione pro-Cialente!''

L'Aquila - Disertare la manifestazione pro Cialente in programma domani alle 17.30 all'esterno...

pubblicato il 16/01/2014 10:30
Do ut des, Chiodi: "Ci sono responsabilità politiche forti"

L'Aquila - "Si voleva far credere che le magnifiche sorti e progressive, come diceva Leopardi, sarebbero...

pubblicato il 15/01/2014 15:28
"Do ut des", l'imprenditore Lago: "Impossibile lavorare onestamente a L'Aquila"

L'Aquila - Un sistema sopra L'Aquila, così pm aquilano Cardella ha definito quello che è stato scoperto con...

pubblicato il 15/01/2014 12:14
Vertice nazionale del Pd a Roma: sul tavolo il ritiro delle dimissioni di Cialente

L'Aquila - E' in corso di svolgimento a Roma un vertice nella sede nazionale del Partito Democratico. A cui...

pubblicato il 14/01/2014 16:19
“A testa alta per la città dell’Aquila”: il centro sinistra manifesta in solidarietà di Cialente

L'Aquila - “A testa alta per la città dell’Aquila”; questo il tema della manifestazione unitaria di tutto il...

pubblicato il 14/01/2014 11:02
E va bene, torniamo a votare... ma vi prego, facciamolo a Riga!

L'Aquila - ''A L'Aquila è tutta nà rubberia, e gli aquilani so' tutti un magna magna''. Questa in nuce la...

pubblicato il 14/01/2014 09:42

Oroscopo del Giorno powered by oroscopoore